La Riserva di Capo Gallo è una meravigliosa riserva naturale sita su Monte Gallo, un promontorio di origine Mesozoica, alla cui sommità si erge un suggestivo faro, che ne segnala la presenza.


Da Capo Gallo potrete assistere ad un panorama mozzafiato: una distesa di mare che separa il golfo di Mondello da quello di Sferracavallo e ne delimita i confini.


Notevoli sono le Grotte dell’Olio, una serie di anfratti formatisi naturalmente tra le rocce carsiche. Qui potrete ammirare i graffiti preistorici ed altri reperti archeologici, che testimoniano il passaggio dell’uomo in età preistorica.


La Riserva di Capo Gallo è la meta ideale per passeggiate ed escursioni naturalistiche, grazie alla varietà e alla bellezza della sua flora, tra cui ricordiamo le diverse specie di limonium, il cappero, il mirto ed il papavero giallo, di cui i fianchi si vestono nei mesi di aprile e maggio. Il pendio roccioso meridionale, vista la sua aridità, è popolato da prateria mediterranea, euforbia e ginestra spinosa.


Sarà veramente rilassante passeggiare attraverso la macchia mediterranea, che occupa il versante settentrionale del promontorio, e sostare tra le caratteristiche palme nane per fare qualche scatto del fantastico scenario del mare che si presenterà ai vostri occhi. Se sarete fortunati, vi potrà capitare di incrociare il cammino di qualche volpe e coniglio selvatico, o di immortalare in uno scatto il volo di fringuelli, pettirossi, cince, merli e falchi pellegrini, che nidificano sul promontorio. Altre specie di uccelli che popolano le zone sono la poiana, il gheppio, l’allocco, le cicogne bianche ed il falco migratore.